Chi Siamo

Crediamo che mangiare non sia solo nutrirsi, ma provare emozioni vere, quelle che nascono dall’equilibrio armonico di ingredienti

Punto di forza della nostra trattoria è anche la possibilità di accogliere gli ospiti in un ambiente confortevole, climatizzato, ideale anche per chi cerca una soluzione per un pranzo di lavoro a Firenze in un ambiente amichevole e familiare.


A CONGREGAZIONE DEI VANCHETONI 
E LA CENA DEI CENTOPOVERI

Nella strada che muove da Piazza Ottaviani (Via de' Fossi) e si congiunge con la Via del Prato. cioè Via Palazzuolo, vi è la chiesa di San Francesco.

Se uno passava di li verso le cinque di pomeriggio l'ultima domenica di carnevale, scorgeva una folla di popolo che si assiepava dinnanzi alla porto della chiesa per la curiosità di vedere, oltre le autorità, molli signori dell'aristocrazia, noti professionisti e un buon numero di forestieri col loro biglietto ostensibilmente in nano, perché l'accesso era limitato ad un dato numero di invitati onde evitare confusione. Questa affluenza di gente difatti ero giustificata perché in chiesa si compiva un atto insolito, alquanto suggestivo. pieno di poesia, in una cornice di pregio artistico indiscusso. Dalla porta spalancato che dava sulla chiesa vera e propria, si ammirava uno spettacolo insolito: sullo sfondo lontano l'altare maggiore illuminato o giorno e sopra, alcuni pezzi di argenteria composta di vassoi cesellati ed o sbalzo, poi il palco delle autorità. Fra queste, significativa era la presenza di S.E. l'Arcivescovo che per l'occasione aveva messo anche lui il simbolico grembiale bianco.

Gli invitati stavano a sedere lungo le pareti laterali dello chiesa sulle manganello di legno scolpite. lavoro certosino di Giambattista Paolesi, ed avevano sotto di loro, seduti più bassi, i convitati davanti a tavole apparecchiate. Infatti erano imbandite cinque tavole per parte, ad ognuna delle quali dieci poveri che avevano superato i cinquant'anni (ecco perché la cena dei cento poveri, tutti ugualmente vestiti di una cappa nera con una facciola bianca intorno al collo), aspettavano con gioia e con compunzione la lauto mensa. Quando tutto era pronto e con devozione lo processione si metteva in moto, iniziavo la distribuzione con un apposito cerimoniale. Ecco che da questo antica e caratteristica tradizione nasce il nome dell'osteria, che è stata Inaugurata 115 Dicembre 1992.


Contattaci

Scrivici per qualsiasi richiesta di informazioni o per prenotazioni oppure telefona al 055 218846

Ho letto l'Informativa sulla Privacy ed autorizzo il trattamento dei dati personali    

Come Raggiungerci

Via Palazzuolo 31/r, 50123 Firenze

info@centopoveri.it  

Ostaria dei Centopoveri - Via Palazzuolo 31r, 50123 Firenze - Telefono +39 055 218846

CENTOPOVERI S.R.L. | Via del Porcellana 47/R | CAP 50123 Firenze (FI) | P.IVA: 06757910481 | REA: FI - 653907 | Cap. Soc. €30.000,00 | Cap. Soc. Versato €7.500,00 | PEC centoristo@pecimprese.it
Privacy Policy - Cookies Policy

dgNet webDesign